header image
Home arrow Notizie arrow Bici arrow Sabato 3 Luglio: la leggenda della Marmotte
Sabato 3 Luglio: la leggenda della Marmotte E-mail
Scritto da Presidente   
08 Lug, 2010 at 11:00 AM

Come si può spiegare un'emozione?

Come si fa a raccontare il silenzio del fruscio delle bici, delle miriadi di cascate, dei fischi delle marmotte, dell'ansimare dei ciclisti mentre salgono ai 2.650 metri del Col du Galibier? Come si fa a far capire la gioia della fatica, il piacere di una salita -scalando la quale- ti senti parte di una leggenda?
La risposta è: non si può. Solo chi ha un cuore grande ed una grande passione può capire, senza bisogno di parole.

Signore e signori, mie quaglie, ecco a voi la MARMOTTE!

images/stories/2010_7/marmot e mamotte.jpg

I Magnifici 12: le Quaglie Reali Marmot, Zio, Papagal, Folga, Furet e Presidente e gli amici Seba, Iron-Mirko, Luca, Matteo, Fabio e Giuseppe.

images/stories/2010_7/i magnifici 12.jpg

Ed ecco un primo assaggio della dura realtà. come ci si riduce dopo aver scalato Glandon, Telegraph e Galibier (ancora manca l'Alpe d'Huez!).

images/stories/2010_7/lucariso.jpg

Passiamo alle immagini di cronaca. Si parte!

images/stories/2010_7/leprotsaluti.jpg

images/stories/2010_7/toniguida.jpg images/stories/2010_7/collabora.jpg

Arriviamo -con le canoniche 3-4 ore di ritardo- ai 2.000 metri (quasi) dell'Alpe d'Huez; il residence è più bello da dentro che da fuori...

    images/stories/2010_7/bruttoalebrgto.jpg    images/stories/2010_7/bellodenrto.jpg

Passiamo al ritiro dei pacchi gara..presso una sezione speciale....

   images/stories/2010_7/anomalie.jpg   images/stories/2010_7/ballella.jpg

Domani (Venerdì) è prevista una sgambatina...per stasera salame all'aglio, prosecco e pignoletto!

images/stories/2010_7/brindisi.jpg

La sgambatina: si visiona la prima parte del percorso: da Bourg d'Oisans verso il Col du Glandon.

                 images/stories/2010_7/gruppo compatto vigilia.jpg

Si incontrano subito diverse difficoltà: ad esempio l'impossibilità di fare un autoscatto senza qualcuno che ti passi davanti...

        images/stories/2010_7/autoscatto.jpg

Purtroppo la tensione agonisitica spinge a scelte estreme: ecco alcuni dei Magnifici 12 entrare in una...

images/stories/2010_7/farmacia.jpg

Ma che prodotto avrà utilizzato Seba?

              images/stories/2010_7/casco fiorito.jpg

Comunque, bene o male, arriviamo alla fine della "sgambatina"...

images/stories/2010_7/gambe.jpg

Si toccheranno anche i 36° durante il Sabato della Marmotte, ma Seba non vuol correre rischi di prender freddo scendendo dall'Alpe d'Huez...

images/stories/2010_7/frschino mattina.jpg

...mentre Papagal non vuol rischiare crisi di fame...(nella foto si nota una signora anziana sullo sfondo, vestita di bianco a pois: supererà marino ed il Presidente alle prime rampe del Telegraph...)

images/stories/2010_7/griglia.jpg

Appena partiti, la prima asperità: il Col du Glandon, un aperitivo di 30 km di salita...

images/stories/2010_7/glandon.jpg

Ma è il primo colle e passa in sole 3 orette...la discesa è uno spettacolo e dura quasi quanto la salita.

images/stories/2010_7/discesa glandon.jpg

Adesso occorre scalare i miti: il Telegraph ed il Galibier (che comincia dalla fine del Telegraph!).

images/stories/2010_7/pres spettacoloe e telegraph.jpg

Viene quasi da ridere; dalla cima del Telegraph comincia la vera ascesa...

images/stories/2010_7/al passo telegraph.jpg

Dai 1.566 metri del Telegraph dobbiamo salire a 2.645 in 17 km: è il Col du Galibier... è la leggenda.

Ed anche se si è in mezzo a 9.000 persone...

images/stories/2010_7/marilucagalibier.jpg

images/stories/2010_7/marigalibier.jpg

images/stories/2010_7/papagalibier.jpg

C'è poi chi se la gode alla grande...

images/stories/2010_7/blufreccia.jpg

...ma alla fine siamo noi a toccare il cielo con un dito...

images/stories/2010_7/col du galibier.jpg

Dopo il Col du Galibier ci sono 50 km di discesa e poi, tanto per gradire, l'Alpe d'Huez.

         images/stories/2010_7/alpehuez.jpg

E' stata dura, durissima...la fatica è stata tanta...abbiamo visto di tutto...

              images/stories/2010_7/senzascarpe.jpg

images/stories/2010_7/ciclisti.jpg

images/stories/2010_7/agile.jpg

images/stories/2010_7/neveggio.jpg

images/stories/2010_7/pignoletto.jpg

images/stories/2010_7/stanco.jpg  images/stories/2010_7/sostegno alla testa.jpg

                 images/stories/2010_7/sacco.jpg

Ma quando un giorno -domani o fra cent'anni- qualcuno ci chiederà se è stato bello, qualcuno ci chiederà se ne è valsa la pena...noi che c'eravamo risponderemo certamente: "sì".

images/stories/2010_7/pensieri altura.jpg


User Comments
Please login or register to add comments

Chi Ť on-line
Abbiamo 26 ospiti collegati
Aforismi del Pres

E' sbagliato giudicare un uomo dalle persone che frequenta. Giuda, per esempio, aveva degli amici irreprensibili.

(M. Marchesi)

Quaglie in azione
Papaneve.jpg
Sondaggio
Una nuova Quaglia è stata democraticamente eletta: Dori. Siete contenti?