header image
Home arrow G.C.Q.R. L'origine delle Quaglie Reali
G.C.Q.R. L'origine delle Quaglie Reali E-mail
Scritto da Presidente   
02 Ott, 2007 at 12:00 AM

E’ difficile individuare un tempo preciso per la nascita del GCQR; o meglio, la squadra ha logicamente una sua data di nascita ufficiale, ma in realtà non è esattamente quello il giorno in cui il Gruppo ha visto la luce. 

Innanzitutto: perché Quaglie Reali? Per svelare l’arcano occorre tornare all’adolescenza del presidente il quale, ad un certo punto della sua esistenza, cominciò a prendere in simpatia questo piccolo volatile bistrattato da tutti e spesso considerato sinonimo di “sfigato”, così rotondo ed anonimo nelle forme. Così, nel tempo, la parola quaglia cominciò a “girare” nell’ambiente del presidente e rimase sempre lì, latente, in attesa del suo momento di gloria. 

Arrivò la passione per la bici e pian piano (anni 97/98), tutto il gruppo di amici (di infanzia e non) cominciò a pedalare ed a partecipare alle prime granfondo; ma tutti erano iscritti in squadre diverse, normalmente della propria città.Poi gli amici si accorsero (o si illusero) di essere un po’ diversi, si resero conto che il significato della bici per loro non era esattamente quello che le davano tutti gli altri, per alcuni dei quali sembrava un lavoro e per altri –all’opposto- solo uno svago. 

Nacque così la volontà di distinguersi in qualche modo e di riconoscersi anche in mezzo a tanti: qui è la vera alba del Gruppo Ciclistico Quaglie Reali, quando cioè si decise di creare un gruppo “trasversale” alle varie società di appartenenza e si decise di chiamarlo così: Quaglie per i motivi “storici” di cui sopra, ma Reali perché, come gli esseri umani, anche le quaglie sanno, a volte, essere grandi (ad es.: la versione reale delle quaglie esiste davvero, la quaglia è un animale in effetti velocissimo e, insieme ad animali più nobili come cane e cavallo, ha la sua “arena” dedicata: il “quagliodromo”). 

Per distinguerci in mezzo a tutti la “First Lady” inventò il segno di riconoscimento che, ancor oggi, ci contraddistingue: la “coda” della quaglie, il nostro nastro verde attaccato al casco (vezzo che oggi molti ci copiano). Contestualmente, anzi, forse un po’ prima, nacque la nostra gara sociale “Il Trofeo tagliatella”, esclusivamente ad invito e dal regolamento unico nel suo genere. 

Solo in seguito, visto che la nostra filosofia ciclistica rimaneva originale ed immutata e che ci sentivamo “stretti” nelle maglie delle altre squadre, abbiamo deciso ufficializzare il GCQR; nel farlo ci siamo mossi come al solito, col nostro sentimento e con la nostra testa: maglia e colori scelti dalle nostre ragazze, logo (la nostra bellissima quaglietta con bandana e ruote) disegnato da Micet e Oket, nessuno sponsor, nessuna pubblicità e, sulle maglie, l’acronimo GCQR, un po’ latino, un po’ scherzoso, un po’ misterioso.

I componenti della squadra non si chiamano compagni, colleghi, membri, ma si chiamano "quaglie", come i componenti di una covata; e tutte le quaglie hanno un soprannome, reveniente dal mondo animale, che ne sintetizza (non sempre) le caratteristiche, le qualità ed i difetti; il soprannome è impresso sulla divisa ufficiale, perchè quello, solo quello, è il nome da quaglia.  

Così è nato il nostro gruppo, che è un po’ il nostro paese dei balocchi, la nostra “camera dei giochi” di quando eravamo piccoli: un giocattolo che ci consente di tornare un po’ bambini, del quale siamo tutti orgogliosi. 

Lungo volo alle Quaglie Reali!

Chi Ť on-line
Abbiamo 26 ospiti collegati
Aforismi del Pres

Se qualcosa può andar male lo farà.

(legge di Murphy)

Quaglie in azione
Longiano.jpg
Sondaggio
Una nuova Quaglia è stata democraticamente eletta: Dori. Siete contenti?